.
Annunci online

Chi, Dove

Mi piace Resta aggiornato con i Feed RSS di questo blog Resta aggiornato con i Feed ATOM di questo blog
add page

antivirus gratis Aggregatore


Albatroferito Albatroferito

Albatroferito

Link
Immagini e Multimedia






Contatore



Siete passati in 1

News dai blog

Disclaimer

Tutti i testi di questo blog sono di proprietà dell'autore ai sensi della legge n.633 del 22/04/1941. La medesima legge, dell'articolo 171, sanziona penalmente la condotta di chi, senza il consenso dell'autore, riproduce, trascrive, diffonde o pone in commercio l'opera altrui.
Se qualcuno intende usufruirne, è pregato di contattare l'autore per averne il permesso.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001

La pubblicazione, totale o parziale, di alcune immagini presenti in questo blog, non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

I commenti sono sempre sospesi in attesa di approvazione.

 Template e Layout
Albatroferito

***



   ULTIMI POST

Caro Diario
Madre
Sotto il neon
Vasco Rossi
Segreti di Stato
Pooktre
Genesi
Colori
Zombie


     LEGGO 

Assalto al PM

L. de Magistris

 


    COLPITO DA

"Un popolo che non ha la dignità, il coraggio e l'onore di ribellarsi, non ha il diritto di lamentarsi."
(A.F.)

"I colori sono parole che non sanno scrivere."
(A.F.)

"Il grande problema della comunicazione è che non si ascolta per capire, ma per rispondere."
(A.F.)

"Non si scende all'Inferno con le pantofole di velluto."
(A.F.)

"La maggior parte delle persone non vuole conoscere la verità ma vuole soltanto essere continuamente rassicurata che quello che già crede, sia vero."
(A.F.)
 

"Quando si ha qualcosa da dire non bisogna tacere. Ma quando non si ha niente da dire è inutile parlare. E farlo sarebbe ridicolo."
(A.F.)
 

"L'ironia è l'ipotenusa del lato intelligente di una persona. Di base, ce l'ha solo chi è all'altezza."
(A.F.)
 

"La storia sarà un'inutile maestra di vita, se continuerà ad avere davanti a sè allievi distratti e disinformati."
(A.F.)

"Il giusto, altro non è che l'utile del più forte"
(Trasimaco) 

"Il cuore ha ragioni che la ragione non può comprendere"
(Pascal)

"Ho capito che puoi avere gli ideali più nobili del mondo, ma alla fine quello che resta sono i vecchi giochi cinici del potere, il sapore del sangue, il gusto della vittoria, l'umiliazione della sconfitta.
Ho capito che, al mondo, nessuno è innocente."
(Enzo Baldoni)

"La mia salvezza è che non capisco bene cosa mi succede intorno, e passo attraverso la vita come un nottambulo sul cornicione, senza farmi male."
(Jacopo Fo)
 



 


 

Sotto il neon
29 agosto 2011

Spiagge assolate, il vento di maestrale porta con se il profumo delle creme abbronzanti, e una voce lontana: "cocco fresco"; un'altra racconta di massaggi cinesi o treccine africane mentre il carretto delle granite si annuncia con una trombetta dal suono antico.
Migliaia, milioni di ombrelloni colorati nella cui ombra riposano immobili i corpi dorati di chi durante tutto l'anno ha atteso le meritate ferie estive. I piedi nella sabbia o sul lettino, le mani impegnate a trattenere i fogli del giornale -quotidiano o settimanale, non importa- tra le cui pagine si legge di una manovra fiscale più faticosa di un parto podalico che forse e chissà, darà alla luce una creatura un po' cresciuta, chiamata Iva; al più qualche pensione verrà abortita. Si legge di una tassa di solidarietà che logica e buon senso darebbero in carico ai più ricchi, ma che i più ricchi non vogliono pagare e perciò scioperano. Si legge di una pentola chiamata Libia alla quale -ormai utile per altro- hanno tolto il coperchio e ora ci raccontano di come fosse incapace e cattivo il vecchio cuoco. Si legge di un uragano che dopo aver spazzato le Bahamas, non risparmia la costa orientale degli Stati Uniti, mentre tutti a chiedersi come mai questi eventi atmosferici abbiano sempre un nome femminile: Katrina, Rita, Wilma, Irene...
Chiacchiere da ombrellone, che partono da mezze notizie per giungere a risposte divertite e grottesche come: "Perchè fin dal tempo di Adamo ed Eva, la colpa è stata sempre data ad Eva." o "Perché quando arrivano sono piene di energia, quando se ne vanno ti portano via auto e casa" ...

E' sempre così: si parte da mezze notizie per arrivare al nulla; peggio? Si parte dal nulla per non porsi nemmeno il problema del dove andare. E l'estate è il periodo migliore.
Che cosa sto dicendo? Che mentre tutti noi eravamo con i piedi a mollo e pensavamo a come difenderci dall'ultravioletto solare, qualcuno lavorava in silenzio sotto la luce delle lampade al neon.
Il solito governo Berlusclown dite? No! Peggio. Parlo dell'A.P.S.A., un Dicastero il cui ruolo giuridico è quello di amministrare il patrimonio del Vaticano.
Insomma una immobiliare della Santa Sede che mentre tutti noi eravamo in vacanza, ha ricevuto una concessione dal Comune di Roma per edificare 65mila metri quadrati di superficie utile lorda, 210mila metri di cubatura, per un valore di circa 400 milioni di euro.
Lo scandalo non è il Vaticano, con i suoi affari, o la giunta Alemanno che scomoda il latino e parla di "ius aedificandi", cioè diritto a costruire. La vergogna più nera è la modalità con la quale questo accade visto che il Consiglio Comunale viene riunito in fretta e furia in seconda convocazione: così non c'è nemmeno bisogno del 50% + 1 dei presenti. Sono stati 26 su 60 (opposizione compresa e PD in prima fila) i consiglieri che si sono devotamente genuflessi alla richiesta degli alti prelati, votando con un "missa est".

Ora si dirà che questa è un'operazione alla pari visto che l'A.P.S.A. in cambio cede al Comune di Roma circa 60mila metri quadri dei 117mila di proprietà del Vaticano inseriti nel parco regionale urbano di Valle Aurelia.
Ma così non é visto che il Comune di Roma ottiene dal Vaticano un’area che è già parco naturale da destinare di nuovo a parco, mentre il Vaticano incassa il diritto a costruire o, al più a vendere l'area avuta dal Comune, che equivale a tanti soldi.
- “Tutto qui Albatro?”
Perchè non basta? Non erano già tanti, troppi i privilegi fiscali concessi alla Santa Sede?
Se lo Stato Italiano esigesse il pagamento dell'ICI delle loro attività commerciali, le scuole, gli alberghi e la revisione dell'8 per mille, si arriverebbe a recuperare almeno 4 miliardi di euro. Ogni anno.
- “L' 8 per mille? Albatro, ma tu vuoi mettere il becco sui fondi utili anche per le opere caritatevoli?”
Amico, in un certo senso sono figlio di un'opera caritatevole e figurati se potrò mai ripudiare chi mi ha dato alla luce. No, io dico che il sistema "8 per mille" dovrebbe lasciare la libertà a ogni cittadino di decidere a chi destinarlo: allo Stato (che provvede a gestirli per contrastare la fame nel mondo, le calamità naturali, per l'assistenza ai rifugiati o la conservazione di beni culturali) alla Chiesa Cattolica (per scopi di carattere religioso o caritativo, sostentamento del clero) alla Chiesa Cristiana Avventista del Settimo giorno, alla Unione delle Chiese Metodiste e Valdesi, alla Chiesa Evangelica Luterana (per interventi sociali, assistenziali, umanitari e culturali in Italia e all'estero) all' Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (per la tutela degli interessi religiosi e la conservazione delle tradizioni degli ebrei in Italia, interventi contro il razzismo e l'antisemitismo) o alle Assemblee di Dio in Italia (per missioni a carattere evangelistico, sociale e umanitario rivolto a quanti sono nel bisogno, senza discriminazione di religione, lingua o razza).

Peccato che tutto il sistema si regga sul tipico cavillo e mezzo che regola qualunque cosa del nostro umido stivale; più un'anomalia.
Il cavillo è un vecchio ritrovato di Tremonti il quale nel 1985 con una “Legge ad Perdonam” norma che le quote dei cittadini che non hanno espresso alcuna volontà circa la destinazione del loro 8 per mille, vengano nuovamente suddivise in base ai “voti” di quanti hanno manifestato la loro preferenza nella dichiarazione dei redditi. Con il risultato che le preferenze per le Chiesa cattolica, pari a circa un terzo delle dichiarazioni, attraverso il riconteggio arrivano a qualcosa come l’87% e in tal modo l’istituzione ecclesiastica giunge a incassare circa un miliardo di euro.
Il mezzo cavillo è che il governo Berlusconi ha rallentato l’accesso al sistema dell’8 per mille di altre confessioni in modo da non scalfire quella che arriva a chi oggi raccoglie più di tutti. Infatti da anni l’Unione buddista, i Testimoni di Geova, l’Unione induista, l’Esarcato ortodosso e altre 2 o 3 confessioni che hanno firmato le intese con lo Stato italiano, attendono invano la ratifica del Parlamento.
L'anomalia sta nel numero dei sacerdoti che, in Italia, va sistematicamente calando: dai 41.000 del 1978 (momento dell’elezione di papa Wojtyla) agli attuali 32.000 .
L'anomalia sta nel fatto che la Chiesa italiana più si riduce e più incassa dallo Stato Italiano.
- “Sarà, ma il tuo mi sembra il solito sistema di scagliare la pietra ...”
Sicuramente non nascondo la ... l'ala e non sono senza peccato. Ma ti chiedo, se anche così fosse -sì è detestabile l'atto ma, se anche così fosse- si può dare completamente torto a chi lo fa, quando in un periodo storico così buio come quello che stiamo attraversando, nel quale tutto e qualunque valore è in crisi profonda: famiglia, lavoro, economia, ecc. anche chi dovrebbe avere cura delle anime e parlare al cuore delle persone si macchia di delitti talmente vergognosi da gettare nello sconforto anche i valori della Fede?
Alla fine, la pietra scagliata non è forse un grido estremo,  non è la rabbia di chi non vuole che la Chiesa (quella con la "C" maiuscola) venga messa in discussione da questa gentaglia che esercita solo un potere temporale? Non è forse urlare a quelle vesti color porpora "ma dove accidenti siete finiti?"
Io dico che se Cristo venisse un'altra volta sulla terra, avrebbe difficoltà a usare solamente due piedi per prendere a calci nel sedere i mercanti... e forse ancora una volta chiederebbe a Suo Padre di allontanare da Lui l'amaro calice, quando si renderà conto che quelli sono i suoi stessi mercanti.

sfoglia
gennaio